Tutto sui vestiti da ballo standard : storia ed eredità dei vestiti standard

366

Uno dei più grandi aspetti della danza è la meravigliosa opportunità di poter abbandonare i propri abiti quotidiani e calarsi in ruoli principeschi e da fiaba. È stato così fin dall’inizio della danza da sala e delle sue competizioni, e non è cambiato affatto rispetto al glamour. È particolarmente vero per le donne. Il ballo da sala non è completo se una donna non indossa un bel vestito o un costume quando gareggia. La moda è un elemento molto importante nella danza sociale. È interessante notare che, mentre i costumi delle donne sono cambiati costantemente nel corso degli anni, l’abbigliamento maschile è rimasto sostanzialmente lo stesso. Parte del ragionamento alla base di questo modo di pensare è che il ballo da sala sfoggia i suoi costumi per aumentare il fattore concorrenza e far risaltare i ballerini l’uno dall’altro.

Se con i costumi maschili, l’elemento della semplicità era quello fondante, con la moda femminile si è sempre potuto optare per giochi e combinazioni uniche e personalizzate. Di solito un uomo indossava camicia, un soprabito nero, pantaloni e giacca nero o bianco. Gli uomini indossavano pochissimi gioielli, indossando solo gemelli d’oro e forse una catena di orologi. Era importante per gli uomini vestirsi in base alle proprie caratteristiche. Una particolare acconciatura, colore del mantello o taglio di pantaloni potrebbe dare un aspetto elegante o sciatto sulla pista da ballo. Potresti dire che gli uomini dovrebbero sempre apparire eleganti e raffinati sulla pista da ballo. Ma la verità è che lo stanno davvero facendo per permettere alla donna di essere al centro dell’attenzione. Un’altra cosa che ci piacerebbe menzionare per gli uomini e le donne nella danza antica, era consuetudine indossare i guanti. I guanti erano un accessorio di moda assolutamente insostituibile agli esordi della cultura del ballo in società. Ci si aspettava che uomini e donne portassero una seconda coppia nel caso in cui la prima coppia fosse sporca. Gli uomini potrebbero anche indossare un cappello a cilindro, mentre le signore potrebbero portare ombrellini, fazzoletti o un ventaglio a seconda dell’evento e del tipo di danza.I vestiti da ballo standard, sin dai primi anni del 1700, si propongono come veri e propri protagonisti della scena dell’alta società fino a quando, con il passare degli anni, con il passare delle mode e con l’arrivo dei primi anni del Novecento, il ballo era diventando qualcosa di accessibile a tutti senza però venir meno nella necessità di stupire tutti in pista con abiti elaborati, fluidi e ad effetto. Quello che è curioso scoprire in merito agli abiti da ballo oggi è che, sebbene le mode siano cambiate vi è una costante di fondo che è l’elaborazione di abiti standard dalle linee sinuose e dai dettagli pronti per stupire con molti tessuti combinati tra merletti, strass, ma anche lycra e tulle con scolli anche seducenti e gonnelloni asimmetrici. Con il look degli abiti da ballo standard grande attenzione per la cura dell’outfit della ballerina sono anche gli accessori e le scarpe che, in coordinato con l’abito, personalizza ancora di più l’esecuzione. Insomma, anche se ogni epoca e tipo di danza ha un suo stile particolare ma, quello che caratterizza tutti gli abiti, è la missione di realizzare, attraverso i movimenti giochi di luci, colori per un’esplosione di fantasia ed estetismo che non può davvero lasciare indifferenti.